giovedì 3 gennaio 2013

Silvio Lightyear verso l'infinito ed oltre...delle cassanate


Mi sembra incredibile come i media ancora in questi giorni tentino di decifrare la figura di Berlusconi, questi anni sembrano passati inutilmente, ancora non hanno imparato e si affannano tutti con fact checking e altre diavolerie che mai e poi mai possono minimamente intercettare il pensiero berlusconiano.
E così oggi si può leggere : 

"Io non l'ho mai detto... è stata un'invenzione dei giornali, lei mi aveva detto di essere figlia di una famiglia vicina al presidente Mubarak. Io ne avevo parlato per quasi 15 minuti con lui otto giorni prima durante un summit italo-egiziano. In quel momento mi stavo interessando con Gheddafi di suo figlio che era stato arrestato in Svizzera"

Nulla ha valore, perchè siamo in un campo che sfugge alla normale interpretazione, siamo nel campo del mito e del sogno, Berlusconi come un eroe della mitologia è protagonista di numerose vicende epiche e la sua vicenda si dipana in offuscate e coinvolgenti tradizioni orali, e anche quando è aedo di se stesso c'è sempre qualcuno che traviserà o modificherà ad arte queste storie ANNI LUCE lontane dalla normalità.

Verso l'infinito ed oltre dunque con il CAPITANO SILVIO ANNILUCE.

Eppure, direte voi dopo tanti anni gli Italiani avranno capito, sapranno distinguere le favole lontane anni luce dalle verità, spesso scomode ma con le quali bisogna fare i conti giorno per giorno, beh si, qualcuno avrà capito ma ce ne saranno ancora tanti che, nonostante tutto, preferiranno sognare, per questi italiani non importa che il personaggio di Berlusconi sia falso, anzi questa falsità è la sua forza, la falsità è la natura stessa del personaggio di fantasia, che essendo dunque ormai nel mito e nella fantasia, più è fantasioso e più rimane coerente a se stesso. Attenderanno in molti ancora i colpi di genio dell'eroe fantastico, nonostante i guai nei quali il berlusconismo ci ha fatto precipitare, molti ancora sceglieranno il fantasista pazzo, la grande promessa mai mantenuta, quelli che nonostante le mille cassanate continueranno a dire : " METTI A CASSANO".

Nessun commento:

Posta un commento