sabato 5 gennaio 2013

calcio e politica

La metafora calcistica è sempre molto ardua e in politica spesso abusata ma a me diverte il gioco...

BERSANI/ NEREO ROCCO
Il segretario del pd è Nereo Rocco, bonario, metodico e che porta con sé il sapore di un'altra Italia che non vogliamo dimenticare.






NAPOLITANO/ZEMAN






Il presidente Napolitano è il tecnico Boemo della Roma, i suoi saggi richiami non vengono quasi mai ascoltati, alle volte eccede nel moralismo, li divide però la primavera di Praga.







BERLUSCONI/CASSANO







Il cavalier Berlusconi è Antonio Cassano, non so se siano più gravi e numerose le cassanate o le berlusconate, quanto talento sprecato!
Eppure tanta gente, come spiegavo qui, continua a dire: "METTI A CASSANO!!!"




FINI/ALTAFINI











Il presidente della Camera è accusato di aver tradito i suoi "valori" della gioventù e più recentemente di aver tradito il pdl, CORE 'NGRATO  come Jose Altafini.








GRILLO/EDMUNDO













Il comico Genovese è Edmundo, gran talento con qualche intemperanza di troppo, anche il campione brasiliano organizzò un suo personalissimo VDAY contro il Trap.








ALFANO/MAGRIN













Avevate pensato a Pietro_Fanna eh? Invece no, il segretario del pdl è Marino Magrin che doveva sostiture Platini ma evidentemente gli mancava il Quid.








FASSINA-ORFINI/ BREITNER-SOCRATES











I due grandissimi campioni di Germania Ovest e Brasile sono due giovani turchi ante litteram.







CIVATI/DE ROSSI



 Anche se il nostro affezionatissimo ci sembra molto simile pure ad Alex Del Piero per stile, stoffa e per quella malinconia alla Calimero, come abbiamo scritto qui noi ci auguriamo che sia il nostro capitan futuro.










RENZI/BRADY











Se Matteo Renzi manterrà la parola e si impegnerà nella campagna elettorale mettendo al servizio del pd le sue indiscusse doti sarà come Liam Brady nel realizzare il famoso rigore a Catanzaro.

La cosa suonerà come un'offesa al sindaco di Firenze che com'è noto è
un tifoso Viola ma in realtà è un gran complimento.




MELONI-CROSETTO/SKUHRAVY-AGUILERA









Charles e Sivori francamente sarebbe stato troppo.









TABACCI/COLONNELLO LOBANOVSKY











Sotto il sol dell'avvenire insegna calcio e marxismo.







MARONI/TRAPATTONI










Poche e semplici idee, virtù e limite del gioco del lumbard Giuanin.










MONTI/CAPELLO












Grande allenatore con un top team ma ai primi problemi affonda.







Di Pele, Maradona e Platini purtroppo in giro non se ne vedono...

2 commenti:

  1. Grande, Skuhravy-Aguilera è una vera perla!
    Azzardo: sei romanista(e quindi romano), del 1975 (come Civati) comunque tra il 72 e il 77.
    L'unico errore, permettimi, è Napolitano-Zeman: il boemo è unico e ineguagliabile. (Ma a Roma vogliamo dargli forza a questa Prossima Italia?)
    Ciao

    RispondiElimina
  2. non sono romanista, ma abito a roma da tanti anni, sono un pò più giovane di quanto credi e assolutamente si, bisogna dare forza a prossima italia.

    RispondiElimina